Perchè AMF



✓ AMF Alfa additivato ai combustibili e’ la risposta immediata ai problemi legati all’ inquinamento atmosferico;

✓ La riduzione dei consumi genera una pari riduzione di emissioni di CO2;

✓ AMF Alfa inoltre riduce, con vari livelli di efficacia, tutti gli inquinanti regolamentati quali:
- Particolato (polveri sottili),
- Idrocarburi incombusti ed ossido di carbonio,
- Ossidi di azoto.


La bassissima concentrazione di additivazione (1x1000) consente di ottenere il massimo risultato con il minimo dei costi.


I principali componenti di AMF Alfa sono:

- un catalizzatore, che migliora l’efficacia della combustione;

- un cetane improver, che riduce la massa del particolato allo scarico, attraverso la riduzione dei tempi di inizio della combustione;

- un disperdente che riduce le emissioni gassose e produce un effetto "pulente".


Il catalizzatore é un composto bi-trimetallico ed e’ la sintesi di anni di studio;

- Aumenta l’ efficacia della combustione aprendo il legame dei due atomi di Ossigeno (O2) che si legano più facilmente con il Carbonio del combustibile (in sintesi aumenta la quantità di combustibile che reagisce con l’ossigeno).


Il cetane improver e’ un nitrato organico che migliora l’efficienza della combustione abbattendone sensibilmente il ritardo di innesco.

- Agisce sul fattore responsabile del “ritardo di inizio combustione” praticamente azzerandolo; (ha cioè un altissimo effetto ossidante);

- Aumenta il numero di cetano del gasolio (specifica – 51) di 5 – 10 punti.


Il disperdente riduce le emissioni gassose di NOx producendo un effetto pulente.

- E’ un composto organico che si combina con gli NOx producendo H20 e N2;

- Compensa in maniera piu’ che proporzionale l’ aumento degli NOx derivanti dall'aumento della temperatura di combustione (da 590-600 a 620-630 oC).

- Migliora la “pompabilita invernale” del prodotto (dal serbatoio alla camera di scoppio) riducendo la dimensione dei cristalli di paraffina formatisi a causa dell'abbassamento di temperatura.